News IT/EN

Visita al Museo della cantieristica di Monfalcone

L’esplorazione de “Le vie dell’Acqua” del nostro territorio continuano con la visita al Museo della Cantieristica di Monfalcone sabato 21 maggio 2022. Ritrovo alle 10.45 davanti al MuCa e visita guidata al Museo per scorprire la storia del cantiere di Monfalcone, di coloro che ci hanno lavorato e vissuto.  La visita al museo prosegue con l’esplorazione del cantiere per ammirare  le navi in costruzione e la scoperta di quello  che è stato il primo esempio di città fabbrica in Italia con gli edifici simbolo di una comunità che all’inizio del secolo scorso è cresciuta nel territorio di Panzano.

E’ stato  emozionante ri-scoprire la storia del nostro cantiere e del villaggio operai, un modello che testimonia la lungimiranza dei Cosulich, imprenditori attenti al benessere e all’educazione delle proprie maestranze.

 

 

 

Visita al Museo della Pesca del Litorale Triestino

Il 9 aprile 2022 nell’ambito del Programma Sociale di Lunga Vita Attiva per conoscerci ed esplorare insieme  “Le Vie dell’Acqua” del nostro territorio,  abbiamo partecipato alla visita guidata al Museo della Pesca di Santa Croce. Si tratta di un piccolo museo che racconta la storia e le tradizioni di pesca del litorale triestino. Nel museo sono esposti molti attrezzi di pesca, reti e documenti oltre alle molte fotografie che illustrano le fasi della pesca e le imbarcazioni usate.

Ritrovo alle 10.30 a Santa Croce e dopo una passeggiata nell’antico villaggio, accompagnati dalla nostra guida l’ing. Franco Cossutta, siamo attivati al Museo. La visita è stata un esperienza bellissima ed interessante grazie al racconto appassionato di Franco Cossuta, profondo conoscitore della storia del suo paese e della sua gente, che ringraziamo di cuore.

Al museo 

 

 

 

 

 

 

L’esterno 

 

ASSEMBLEA DEI SOCI 2022

 

L’ Assemblea dell’Associazione Lunga Vita Attiva  è convocata – per rispettare le restrizioni sugli assembramenti dovute alla pandemia – in video conferenza con il voto telematico in prima convocazione alle ore il giorno 28 marzo 2022  alle ore 18.00 in prima convocazione e alle 18.30 in seconda convocazione  per  discutere del seguente ordine del giorno:

  1. Modifiche allo Statuto richieste dalla Regione FVG per il passaggio al Registro Unico Terzo Settore
  2. Relazione del Presidente
  3. Approvazione del bilancio consuntivo 2021
  4. Varie ed eventuali

 

Slow Swimming presentato al Corso Regionale per Docenti FIN

Franco Del Campo, coordinatore del progetto Slow Swimming  ha presentato il Programma del Nuoto Lento nel corso regionale  per docenti del Settore Istruzione Tecnica della Federazione Italiana Nuoto. Si tratta di una buona pratica che si apre ad una nuova sezione di mercato e risponde alle esigenze dei molti senior che vogliono fare un’ attività motoria non competitiva in piscina. 

SLOW SWIMMING MEETING

Secondo meeting di progetto

Anche il secondo meeting di progetto è stato fatto online a causa delle disposizioni di sicurezza imposte dalla pandemia. Durante il meeting si è analizzato il work in progress del progetto, che sta procedendo secondo la tabella di marcia stabilita.

La grafica del Format e delle Linee Guida del Programma Slow Swimming è stata presentata  dal coordinatore

Il piano di disseminazione del progetto prevede la comunicazione delle sue fasi sui siti dei partner e sui social media in particolare sulla pagina Facebook del progetto, denominata “Slow Swimming for Seniors”.  Il progetto verrà inoltre presentato nei corsi di formazione delle federazioni nuoto dei paesi partner.

Una sessione pilota del Programma Slow Swimming verrà organizzata dai partner per valutare il livello di gradimento e l’efficacia del programma.

I Seminari per un Invecchiamento Sano ed Attivo comprenderanno una lista di argomenti da presentare alla comunità Slow Swimming per fornire informazione sul tema e allo stesso tempo creare occasioni di incontro tra pari.

Slow Swimming Event verrà organizzato a Trieste per celebrare i risultati del progetto e nuotare insieme una staffetta non competitiva con squadre miste di uomini e donne.

Slow Swimming second meeting

Also the second project meeting was held on  line due to the security regulations forced by the pandemic.  The project is respecting the work plan deadlines.  

Slow Swimming graphic was presented  and the dissemination plan discussed: all partners presented the project on their websites and a Slow Swimming for Seniors page was created on  Facebook for partners’ contributions. Furthermore the project will be presented at regional /national training courses of the swimming federations.

A pilot session of the swimming program will be organized in partner counties and a List of Seminars on Healthy Ageing will be prepared to offer the Slow Swimming Community information on relevant subjects.  

A final Slow Swimming Event will be organized in Trieste to celebrate the project results and have partners’ teams  take part in a non-competitive relay.

ActivAge Seconda Fase

Lo strumento di autovalutazione e raccomandazioni 

La seconda fase del progetto ActivAge prevede lo sviluppo di uno strumento di autovalutazione del proprio invecchiamento contenente indicazioni per condurre una vita sana ed attiva.

Il work in progress del progetto prevede l’individuazione delle attività che promuovono una vita sana e le successive raccomandazioni delle attività da svolgere al termine della propria autovalutazione

Self Awareness and Recommendation Tool  

The second step of the ActivAge project focuses on the development of a self evaluation tool for ageing  well. 

This phase is work in progress and identifies activities promoting healthy ageing and recommendations to be followed at the end of one’s self evaluation.

ActivAge Report sull’Invecchiamento Attivo

Lunga Vita Attiva è partner del progetto Europeo ActivAge, supportato dal Programma Erasmus Plus. Si è appena conclusa la prima fase dove LVA ha collaborato soprattutto nell’analisi dei bisogni della popolazione per un buon invecchiamento. E’ stato pubblicato il Report a cura dell’Università di Lille. Il Rapporto contiene una raccolta di buone pratichesull’Invecchiamento Attivo in Europa ed i risultati del indagine sulla qualità dell’invecchiamento nei tre paesi partner: Italia, Francia e Slovenia

The Report is published on our website at   Pagina Progetti: ActiveAge  

ActivAge Report on Acive Ageing 

Lunga Vita Attiva is partner of the European Project ActivAge, supported by the Erasmus Plus Program. The first phase of the project, where LVA collaborated in the needs analysis  for ageing well, has been finalized. The Report , edited by the Universitè Catholique du Lille, contains a collection of best practices of Active Ageing in Europe and the risults of the survey on the quality of ageing in the three partner countries: Italy, France and Slovenia 

ANZIANI ….ANZI NO Radio Rai FVG

La prof. Ariella Cuk, presidente  di Lunga Vita Attiva APS ha presentato i progetti europei dell’associazione al programma “Anziani… anzi no” di Radio RAI FVG. E’ stata l’occasione per parlare del progetto Slow Swimming e nella seconda parte della trasmissione, del progetto ActivAge.  Sono intervenuti anche il prof Diego Certonze dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO di Roma, coordinatore del progetto e la prof Vesna Mikolic in rappresentanza dell’Istituto di Studi Sociali ZRS di Capodistria

Se avete piacere di ascoltare la trasmissione, il link è il seguente 11/11/2021:

http://www.sedefvg.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-82e71ff6-9ad2-4a00-a1f2-85faacf8d9ab.html  

ELDERS … OR NOT  Radio Rai FVG

Ariella Cuk, president of Lunga Vita Attiva APS presented the European projects of the Association at the radio program “Anziani … anzi no”  Radio RAI FVG. It was an opportunity to talk about the Slow Swimming project and, in the second half of the program, to present the ActivAge project. Prof Diego Certonze from the International Telematic University UNINETTUNO Rome and prof Vesna Mikolic representing the Institute of Social Studie of  Capodistria, who are project partners gave their contribution. 

(Per maggiori informazioni si scorra la pagina Progetti: ActiveAge)

 

Slow Swimming Meeting

Il primo meeting in presenza del progetto europeo Slow Swimming, supportato dal programma Eramsus Plus Sport  ha avuto luogo a Velenje (Slovenia) e le Linee Guida del Programma Slow Swimming sono in via di realizzazione.  Di seguito l’Indice contenente i seguenti elementi: 

  1. Introduzione: Scopi – Missione – Visione – Obiettivi  
  2. Benefci del Programma Slow Swimming 
  3. Slow Swimming Format
  4. Come iniziare un Programma Slow Swimming 
  5. Menu del Corso Slow Swimming 
  6. approcci allo Slow Swimming: Italia – Slovenia – Croazia – Austria
  7. Attività di Mindful Swimming 
  8. Slow Swimming e Musica 

(Per maggiori informazioni si scorra la Sezione Progetti:  Slow Swimming)

Slow Swimming Meeting

The first meeting in presence of the European Slow Swimming Project, supported by Erasmus Plus Program  took place in Velenje and the first work package has been almost finalized. Here is the Index of the Program Guidelines containing the following elements:

  1. Introduction – Aims – Mission – Vision – Goals
  2. Benefits of the Slow Swimming Program
  3. Slow Swimming Format
  4. How to start a Slow Swimming Program
  5. Slow Swimming Course Menu
  6. Slow Swimming Approaches: Italy – Slovenia – Croatia – Austria
  7. Mindful Swimming Activities
  8. Swimming with Music Activities

ACTIVAGE Multiplier Event

Primi risultati del progetto “ActivAge” supportato dal programma Europeo Erasmus  Plus  e coordinato  dall’Università Telematica Internazionale UniNettuno, in partnership con  Institut Catholique de Lille (FR), l’Università di Maribor (SI),  l’Istituto di Scienze Sociali (SI), la FinPlus Trieste (IT),e  Lunga Vita Attiva APS (IT)

Il 1 giugno 2021 si è svolto il Multiplier Event nell’impianto natatorio Bruno Bianchi di Trieste per presentare il progetto ed esplorare con la cittadinanza l’”Arte di Invecchiare bene”.

All’evento, organizzato nel rispetto della norme igienico-sanitarie anti Covid-19, hanno partecipato cittadini over 60, rappresentanti  delle autorità locali,  dell’ Università della terza età e delle associazioni culturali e sportive che promuovono il valore dello stile di vita attivo.

(per maggiori informazioni si veda la sezione Progetti del sito)