adm_luviatAgenda

VISITA ALLA MOSTRA DI VINCENT VAN GOGH

Non solo Nuoto!   Martedì 16 aprile la nostra associazione ha organizzato una visita guidata alla Mostra di Van Gogh esposta al Museo Revoltella.

Il meraviglioso gruppo di Lunga Vita Attiva ha partecipato con il consueto entusiasmo, interesse ed allegria e si è gustato una bellissima mostra – per molti versi inedita e sorprendente, che ci ha fatto conoscere il primo Van Gogh dai colori grigi, i suoi disegni e lo studio sulle figure, sul movimento e sulle emozioni

Abbiamo fatto quindi una scoperta del percorso formativo e della vita disperata di Van Gogh, guidati dalle spiegazioni di una gentile guida.  

“La mostra, attraverso l’esposizione di oltre 50 capolavori di Van Gogh, provenienti dal Kröller-Müller Museum di Otterlo, ha documentato l’intero percorso artistico del pittore a partire dall’appassionato rapporto con gli scuri paesaggi della giovinezza, per proseguire con i disegni e gli oli dedicati al tema dei tessitori, per giungere alle opere del suo soggiorno parigino, raffiguranti il paesaggio e momenti della vita sociale dell’artista ed infine agli ultimi dipinti di St. Remy e Auvers-Sur-Oise, dove mise fine alla sua tormentata vita.!

E’ stata una bellissima mostra ed un’occasione per stare insieme ….  fuori dall’acqua

NETTUNO E MERCURIO Uno sguardo su Trieste tra miti e simboli

Ci sono cose che voi triestini non conoscete o non ricordate della vostra città, ma che sono fondamentali per ricostruire la sua identità. Si potrebbe sintetizzare così il libro, colto, prezioso e documentatissimo, di Paolo Possamai, “Nettuno e Mercurio. Il volto di Trieste nell’800 tra miti e simboli”. L’autore, giornalista ed attualmente direttore editoriale del gruppo che unisce Il Piccolo ai principali giornali del Nord Est, è anche -verrebbe da dire soprattutto- un raffinato storico dell’arte e il suo libro verrà presentato nell’ambito degli incontri organizzati dall’associazione “Lunga Vita Attiva”, giovedì 25 gennaio 2024 alle ore 17.00, presso la sala “Bazlen” di Palazzo Gopcevich.

“La nostra associazione -spiega Ariella Cuk, presidente di Lunga Vita Attiva- vuole dare ai suoi associati e a tutta la città non solo un modello di lunga vita attiva, attraverso il movimento e il “nuoto lento”, che sviluppiamo da anni, ma anche l’opportunità di conoscere e riflettere sulla cultura e sulla storia di Trieste, così complessa e straordinaria, a suo modo, atipica e bizzarra. Per questo offriamo questo incontro, grazie alla stima nei confronti di una persona come Paolo Possamai, non solo ai nostri associati ma a tutti coloro che siano interessati ad approfondire la nostra identità”.

L’autore, in persona, presenterà il racconto dei palazzi e delle statue, quasi un “coro” che narra la storia della città in un momento di crescita straordinaria, quando Trieste sapeva guardare verso il mondo e il mare aperto, grazie proprio a Mercurio, dio del commercio, e Nettuno, dio del mare, e a tanti altri”.

FAKE NEWS E INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Intelligenza artificiale e fake news sono la frontiera tra presente e futuro e per questo sono argomenti affrontati da un incontro promosso dall’Associazione Lunga Vita Attiva. “Normalmente noi ci occupiamo di attività motoria e di “nuoto lento”, ma questi sono temi -spiega Ariella Cuk, presidente dell’Associazione- che ci interessano e riguardano tutti perché rappresentano la nuova frontiera della modernità, tra potenzialità e pericoli, in particolare con la difficoltà, che vale per tutti, ma in particolare per i più anziani, a distinguere tra la realtà e la “realtà virtuale” e soprattutto per difenderci dalle fake news, che possono confonderci e farci commettere errori”.

Le fake news, -ha detto Maria Teresa Mauri, socia di Lunga Vita Attiva e di Amnesty International- ci sono sempre state, come dimostra la falsa donazione di Costantino, svelata dall’umanista Lorenzo Valla, ma oggi sono molte di più e molto più pericolose perché moltiplicate dai social. Purtroppo le false notizie, create ad arte o semplicemente moltiplicate da una comunicazione senza controllo delle fonti, sono sempre più diffuse perché “aumentano la visibilità di chi le divulga e si trasformano in soldi”.

Per quanto riguarda l’Intelligenza artificiale -trattata da Guido Sanguinetti, della SISSA- si tratta di un enorme accumulo di dati che possono essere utilizzati sia per prevedere il futuro sia per creare nuovi dati, che alle volte, però, possono essere condizionati da stereotipi di genere o raziali e qualche volta possono fare addirittura “errori un po’ stupidi”. Sarà importante, quindi, conoscere per capire e sapersi muovere nel futuro che è già iniziato, anche per i boomers.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FONTI_SITI_LIBRI_PODCAST

COME DIFERNDERSI DALLE FAKE NEWS

FESTA DI NATALE IN PISCINA

Anche quest’anno non poteva mancare la tradizionale Festa di Natale in Piscina. Tutti invitati e, come al solito,  la nostra comunità di nuotatori è stata numerosa, puntuale e presente (salvo quelli a letto con l’influenza).

Dopo un leggero riscaldamento sono partite le staffette con i regali di Babbo Natale da portare nuotando sotto l’albero con un tifo allegro dei compagni di squadra.

E’ poi balli! Si è ballato il rock and roll sulle note di “Jingle Bells Rock” e poi l’iconico twist di Pulp Fiction.

Dopo le fatiche della festa tutti alla gustosa merenda con salatini, dolci e panettoni. E’ arrivato Babbo Natale e ci ha portato una novità:  il neo costituito coro di Lunga Vita Attiva che ci ha commossi con i loro canti di Natale.

Greazie a Sergio ed Elvino per le belle foto e Buone Feste a tutti!  

 

La cucina per la longevita’

La “ricetta” per vivere una “lunga vita attiva” ha molti ingredienti, ma l’alimentazione è uno dei più importanti. Continua, così, la serie d’incontri organizzati dall’associazione di promozione sociale “Lunga Vita Attiva” per divulgare i principi utili per concepire una buona longevità come una alleanza tra corpo, mente e cuore.

Giovedì 30 novembre alle ore 17.00, a Palazzo Gopcevich si è svolto il secondo appuntamento sul tema “La cucina per la longevità”, per scoprire i cibi “alleati” e un vivere sano e a lungo e pensare a ricette gustose.

Ad aprire l’incontro, dopo l’introduzione di Ariella Cuk, presidente di “Lunga Vita Attiva”, sarà Leopoldo Cervo, Nutrizionista della Pallanuoto e della Pallacanestro Trieste, che ci ha guidato alla scoperta dei cibi alleati di una Lunga Vita Attiva. A seguire la “cuciniera” Rita Mazzoli, autrice del Libro “Trieste in cucina”,  ha proposto tante ricette colorate e gustose, utili per coltivare la  longevità.

Anche questo incontro si inserisce nel progetto “Invecchiare bene in FVG”, che si affianca al progetto europeo “Nuoto Lento” per over60, premiato recentemente a livello internazionale dal “Move Congress” di Madrid, e realizzato in collaborazione con la Fin Plus Trieste alla piscina “Bruno Bianchi

NUOTO LENTO: GEMELLAGGIO TRIESTE-VELENJE

Sabato 25 novembre 2023 un folto gruppo di partecipanti al Nuoto Lento hanno partecipato alla “trasferta” inserita nel programma di gemellaggio tra l’Associazione Lunga Vita Attiva e lo Swimming Club Velenje.

Il programma prevedeva una gara di amicizia non competitiva tra le due organizzazioni: 3 squadre italiane e tre squadre slovene formate ognuna da 3 uomini e 3 donne hanno nuotato nella bella piscina di Velenje.

E’ stata una bellissima occasione per stringere amicizia con i nostri partner sloveni e per conoscere la loro bella città.

Alla nuotata è seguito un pranzo conviviale con scambio di certificati di gara,  regali ricordo e l’impegno di costruire insieme un nuovo progetto europeo in continuazione del progetto Slow Swimming appena concluso.

Nel pomeriggio un piccolo gruppo di “studenti” dell’Università della Terza Età di Velenje ha accompagnato i “nuotatori lenti” ad una visita guidata al Castello di Velenje e le sue esposizioni: la mostra di resti medievali, una bella mostra di arte africana ed i resti del “Mastodonte” ritrovati nella valle di Velenje

Grazie ai nostri amici sloveni per la loro calda accoglienza e a noi tutti per aver partecipato, nuotato, esplorato e cantato tutti insieme durante il rientro in corriera  

NUOTO LENTO SUL PODIO DEGLI ISCA AWARDS

Trieste sul podio a Madrid. Il “Move Congress”, organizzato nella capitale spagnola da ISCA (International Sport Culture Association), che promuove le più diverse ed innovative attività sportive e motorie a livello sociale, ha premiato il progetto europeo “Nuoto Lento”, realizzato da “Lunga Vita Attiva” in collaborazione con la Fin Plus Trieste.

“E’ stata una grandissima soddisfazione -ha detto Ariella Cuk, presidente di Lunga Vita Attiva- per un progetto, come il “nuoto lento”, che ha l’obiettivo di migliorare la qualità della vita di persone che crescono nell’età allontanando il momento della fragilità. A MOVE è piaciuta la dimensione innovativa di un progetto che si sviluppa nel nuoto, attività quanto mai adatta agli anziani, perché si svolge in assenza di peso, senza pericoli di caduta, e migliora l’attività cardiovascolare. Ma l’aspetto più importante, particolarmente apprezzato da tutti i partecipanti, è che vogliamo superare gli stereotipi sui “vecchi”, perché ormai, i boomers sono più longevi e attivi, sono la prima generazione, nella storia dell’umanità, che ha avuto a disposizione alimentazione adeguata, cure sanitarie, una istruzione di massa e la possibilità di fare sport a tutti i livelli. Sono, quindi, una risorsa e un’incognita. Per questo, allontanare il momento della fragilità con una lunga vita attiva non è solo una scelta personale, ma anche una responsabilità sociale, per evitare, finché è possibile, di pesare sulla sanità e l’assistenza pubblica e sulle generazioni più giovani. Non è in caso -ha detto infine Ariella Cuk- che questo progetto, così apprezzato a livello europeo, sia nato e sviluppato a Trieste, una città di anziani longevi, che hanno una antica e diffusa cultura del movimento e dello sport”.

 

 

Invecchiare bene in Friuli Venezia Giulia

Prima o poi arriva, la vecchiaia. Ma è importante “come”, per arrivarci bene. Certo, ci vuole anche un po’ fortuna, ma una parte sempre più rilevante di un “buon invecchiamento” dipende da noi.

Di questo si è occupato il primo incontro, promosso dall’associazione Lunga Vita Attiva aps, che opera in questo settore da anni, grazie a progetti, realizzati con la Fin Plus Trieste, come il “Nuoto Lento” per over60 alla piscina “Bruno Bianchi”.

“La longevità deve accompagnarsi con la capacità di invecchiare bene -ha detto Ariella Cuk, presidente di Lunga Vita Attiva, aprendo gli interventi- specie in una città come Trieste. Per questo, oltre all’attività pratica, vogliamo divulgare anche alcuni principi utili per concepire la longevità come una alleanza tra corpo, mente e cuore. Da qui la scelta di organizzare una serie di cinque incontri, aperti alla cittadinanza e alle istituzioni, per andare oltre gli stereotipi sugli anziani e aprire un dialogo con le nuove generazioni”.

Il primo appuntamento, che si è tenuto ieri presso la Sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich, ha trattato della “modesta proposta”, avanzata da Ariella Cuk per una lunga vita attiva; successivamente Luana Sandrin ha presentato il progetto di prevenzione “Promuovere benessere e salute in FVG”, realizzato in collaborazione con la Direzione Regionale Salute. “Trieste città della longevità” è stato trattato da Filomena Vella, Psicoterapeuta ASUGI, mentre la web app promossa da Lunga Vita Attiva, “La Sfida delle Mille Bracciate”, è stata presentata da Federico Vitiello, Digital Strategist.  Si tratta di una web app che ha come obiettivo la misura delle mille bracciate nel nuoto, che corrispondono approssimativamente ai 10.000 passi. La sfida è rivolta soprattutto ai nuotatori over 60, non particolarmente allenati, che possono nuotare le 1000 bracciate senza preoccuparsi del tempo, ma “ascoltando” il piacere che lo scivolamento e la respirazione, lunga e consapevole, possono offrire.

Sono seguiti vari interventi, tra i quali Bruno Pizzamei, a nome dell’Università della Terza Età, che propone nei suoi programmi i corsi di Nuoto Lento in con Lunga Vita Attiva.

Alla fine dell’incontro sono stati salutati con un lungo applauso i veri protagonisti del progetto, i tanti over60 presenti in sala, che applicano, due volte alla settimana in piscina, il “nuoto lento”.

“Così, dalla sfida delle 1000 bracciate nel nuoto alle riflessioni più ampie –ha concluso Ariella Cuk- vogliamo proporre una nuova filosofia di vita che superi gli stereotipi legati all’età, e dare un contributo positivo al miglioramento della qualità della vita della nostra città, a partire da noi, che siamo i nuovi senior.”

Gli altri incontri si succederanno con cadenza mensile e affronteranno temi di grande attualità, dal “Dialogo tra generazioni vicine e lontane”, al ruolo della memoria, per guardare Trieste -la città di Mercurio e Nettuno- scoprendo simboli e segni della storia. Ci sarà anche un appuntamento dedicato a “La cucina per la longevità” e un appuntamento su Intelligenza artificiale e Fake news, riferito al rapporto dei senior con i social media.

LONGEVITA’ UN ALLEANZA TRA CORPO MENTE CUORE

L’iniziativa intende avviare una riflessione sullo stato dell’invecchiamento oggi, sull’importanza di programmi di apprendimento sul come imparare ad “invecchiare bene” attraverso un ciclo di cinque incontri, aperti alla cittadinanza e alle istituzioni.

Gli appuntamenti seguono un percorso ragionato sulla “filosofia di vita” dei “nuovi senior ed elaborare un nuovo paradigma che superi gli stereotipi nei confronti delle età, aprire un dialogo con le nuove generazioni, riflettere sull’ uso dei social media, imparare dalla cucina per la longevità e un ripensare alla memoria del territorio attraverso i segni della storia.

Il programma degli  incontri si aprirà con la presentazione del progetto “Invecchiare bene in FVG” una “modesta proposta” di prevenzione verso una “lunga vita” sana ed attiva; l’analisi delle caratteristiche che fanno di Trieste e il suo territorio la città più longeva d’Italia e una riflessione sulla “filosofia di vita” dei nuovi senior; seguirà un incontro su “La cucina per la longevità”, un incontro scoprire i cibi “alleati”  per vivere sano e a lungo e pensare a ricette gustose;  l’incontro successivo getterà uno sguardo approfondito su Trieste attraverso i suoi miti e simboli  per capire e riscoprire quello che siamo stati verso un futuro che ci appartiene; il quarto appuntamento riguarderà il tema delle i “Social” Media: Intelligenza artificiale e Fake news riferito al rapporto dei senior con i social ed il pericolo delle fake news ed infine, l’ultimo incontro sarò sul “Dialogo tra generazioni vicine e lontane” per provare a combinare punti di vista diversi alla ricerca di un’idea condivisa del mondo .

ISCA AWARDS 2023: SIAMO IN NOMINATION!

Siamo orgogliosi di annunciare che Lunga Vita Attiva ha ottenuto la nomination agli ISCA AWARDS 2023 come buona pratica europea per la promozione dell’Invecchiamento sano ed attivo. L’associazione è stata inserita nella lista dei candidati insieme a due “colossi” europei rappresentati dalla Federazione Ginnastica Germania e dalla Youth Sport Trust (UK).
Il vincitore verrà nominato nel corso del Move Congress che si terrà a novembre a Madrid e noi ci saremo!
ISCA (International Sport and Culture Association) e un’organizzazione europea che promuove l’attività fisica per tutti, ed ogni anno organizza la cerimonia degli ISCA AWARDS, che hanno l’obiettivo di celebrare i contributi nel campo dell’attività fisica a vantaggio della salute (HEPA).
L’edizione 2023 ha voluto riconoscere le iniziative europee che si sono distinte per il loro contributo nella promozione del benessere mentale dei cittadini, dell’invecchiamento sano ed attivo e le scuole attente alla salute fisica ed emotiva degli studenti.